Story Detail

30 Sep 2015

Il Fautore Dell’Eredita’ Di Domani: Il Ceramista Gill Isaac Kaufman

Vox Orbis / 30 Sep 2015 Art

Foto: Gill Isaac Kaufman, proprietario della Happy Green Merchant, aspira ad uno stile di vita verde “lavorando con la terra da ceramista”.  Gail Fisher/Vox Orbis

Argilla in mano, il ceramista Gill Isaac Kaufman è chinato su di un tornio dal caratteristico ronzio allestito nel vasto laboratorio della sua attività con sede a Goleta, la Happy Green Merchant. In maniera rapida ma altrettanto determinata, ha abilmente creato una tazza da caffè in argilla in una manciata di minuti.

“Non male come tazza”, ha esclamato, facendo scorrere un lungo filo sotto l’ampia base del recipiente per spostarlo dal tornio su una tavola di legno per farlo asciugare.

Foto: La Happy Green Merchant rappresenta il frutto dell’ingegno di Kaufman, artista, ceramista, navigatore, musicista e aspirante attivista filantropico. Gail Fisher/Vox Orbis

Kaufman lavora con l’argilla da ormai 25 anni. Ha imparato a usarla in maniera istintiva , ha detto, “come un navigatore che si abitua all’acqua”.

E’ facile rendersi conto della sua passione per l’argilla; non appena se la trova tra le mani, inizia a dargli forma e creare opere d’arte con estrema calma e competenza. Crea tazze, coppe, vasi, sculture, e calamite personalizzate, le sue creazioni dallo stile unico e caratteristico. Ogni pezzo viene creato, cotto, smaltato e ricotto mediante una tecnica unica da lui stesso ideata.

Foto: Per la sua attività, la Happy Green Merchant, Kaufman crea lotti di calamite in argilla con disegni semplici e personalizzati. Gail Fisher/Vox Orbis

“L’arte della ceramica è una sorta lavorazione sacra per alcuni aspetti”, ha affermato Kaufman. “Dai vita a qualcosa che probabilmente vivrà più a lungo di quanto tu stesso possa vivere”.

La Happy Green Merchant rappresenta una fusione tra la passione di Kaufman per la ceramica e il suo interesse nel commercio dell’arte. Le sue creazioni più famose sono le calamite in ceramica personalizzate – ognuna delle quali raffigura un diverso aspetto dello stile di vita Californiano di Santa Barbara.

Anche aiutare il prossimo rientra tra le priorità di Kaufman e della Happy Green Merchant. Prendendo esempio dal Torah, Kaufman devolve il 10% dei suoi guadagni alle associazioni di beneficienza locali. Inoltre, intende collaborare con le associazioni caritative per organizzare eventi di raccolta fondi, seminari educativi e altre attività che gli consentano di condividere il suo successo con la comunità.

Nel complesso Kaufman si trova a percorrere la strada che pone in equilibrio la sua visione artistica con quelle realtà necessarie per mandare avanti gli affari. Grazie a quella passione e al senso pratico negli affari, Kaufman sostiene che la Happy Green Merchant, proprio come l’argilla con cui lavora, ha “infinite possibilità”.


Tradotta da Giuseppe Coroniti per Vox Orbis, 2015